Lucciolata: 22 giugno 2019!!

Un classico degli appuntamenti del Club, che si ripete ogni anno, verso la fine di maggio.
La discesa notturna del Naviglio Grande con kayak, canoe canadesi e gommoni, nel fascino della notte.

L’iniziativa è aperta a tutti coloro che vogliono vivere l’indimenticabile emozione di scivolare silenziosamente sull’acqua in compagnia di grilli, rane e lucciole.
Ogni partecipante viene dotato di una piccola luce artificiale colorata che rende la discesa ancor più suggestiva.
Non ci sono pericoli: il Naviglio è un canale senza onde e ogni imbarcazione viene condotta da istruttori di canoa del Club.
Anche i bambini, opportunamente accompagnati dai genitori, possono partecipare e vivere un’esperienza che li affascinerà e che non dimenticheranno per tutta la vita.

La serata continua con la classica spaghettata di mezzanotte presso la sede del Club.
Per chi arriva da lontano è anche possibile pernottare in tenda e camper nel bellissimo parco della nostra sede.

Programma :
19:45 ritrovo presso la sede nautica del CCM a Castelletto di Cuggiono, in Via al Ponte 5, per l’iscrizione, la distribuzione del materiale nautico, la formazione degli equipaggi e il trasferimento all’ imbarco
22:00 inizio discesa;
23:15 circa arrivo.
La serata continuerà ( h.23.30) con una spaghettata in compagnia presso la sede del CCM.

Possono partecipare bambini di età superiore a 7 anni.

Per iscriversi alla discesa è necessario inviare entro il 20 maggio una mail a  gr972@libero.it 
indicando nome-cognome-età dei partecipanti, occorre inoltre precisare se ci si fermerà per la cena di mezzanotte e se ci sono vegetariani nel gruppo.

 

Il racconto di una partecipante

Un nostro amico ci invita ad un evento che da subito sollecita la nostra fantasia:”discendiamo il naviglio di notte, alla luce della luna e delle lucciole”.
L’arrivo al tramonto ci regala un’atmosfera serena: il club ha il sapore di una casa in comune, dove condividere una passione collettiva.
Da subito ci sentiamo tra amici, pur salutando volti sconosciuti.
L’emozione è tanta perché non sappiamo cosa proveremo durante questa nuova esperienza, ma anche perché per me è la prima volta che indossiamo “giacche d’acqua”, giubbotti e caschetti.
Come durante un nuovo gioco, aspettiamo l’arrivo del buio per trasferirci sul bordo del naviglio: è giunto il momento di iniziare il rito.
Sempre più eccitati, indossiamo le stringhe luminose che ci consentiranno di creare magici effetti di luce nel buio “luminoso” e nel silenzio “musicale” che accompagnerà la nostra discesa nell’acqua.
Paolo, il responsabile-guida cui era stato affidato il nostro “equipaggio”, ci parla di tumultuose discese sul Sesia al fine di tranquillizzare i miei timori (già salire sul gommone mi era sembrata un’impresa mastodontica).
Gioioso stupore accompagna l’inizio della discesa: aureole di luce che circondano teste buie nelle altre imbarcazioni (canoe, canadesi, gommoni); voci divertite ed emozionate, sommesse o squillanti; giochi nell’acqua con le pagaie; senso di gruppo (“siamo noi l’equipaggio migliore”), sfide a rincorrere gli altri.
Un’ora di discesa dal sapore variegato di un fuoco d’artificio. Un’ora in cui tutto ha trovato il giusto posto e la giusta attenzione: il cielo stellato (con proprio tantissime stelle), le vere lucciole intermittenti nel sottobosco, le invidiate e rare case silenziose sugli argini……. Un’ora che è sembrata durare troppo poco.
Bello infine anche il ritrovarsi alla luce, intorno al tavolo, tutti insieme. Per sancire e confermare il rito che avevamo appena condiviso.
E per condividere all’aperto cibo sincero e vino frizzante.

Rosalba

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

X